Info Cookies

I Cookie su questo sito:

Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie in modo tale che sia noi, sia i nostri partner, possiamo ricordarci di te e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Qui puoi trovare ulteriori informazioni sui cookie e le altre tecnologie. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Info Cookies OK
HTML
CSS
Introduzione
Coming Soon
JavaScript
PHP
Introduzione
Coming Soon
Generatori
Varie

Introduzione

I linguaggi e la loro evoluzione

I linguaggi HTML, XML, XHTML, HTML5 vediamo cosa sono, cosa servono e la loro evoluzione.

Cosa è HTML 4

HTML 4 (HyperText Markup Language) è una applicazione SGML (Standard Generalized Markup Language) conforme allo Standard Internazionale ISO 8879, e viene considerato da tutti il linguaggio standard per le pubblicazioni del World Wide Web. SGML è un linguaggio per descrivere linguaggi di markup, in particolare per quelli usati nello scambio di documenti elettronici, sviluppo e pubblicazione di documenti. HTML è un esempio di linguaggio definito in SGML. SGML viene usato dalla metà degli anni '80 ed è rimasto abbastanza stabile, la maggior parte della sua stabilità si deve al fatto che il linguaggio è ricco di caratteristiche e flessibile. La flessibilità, comunque, ha il suo prezzo, e questo prezzo è l'alto livello di complessità che ha inibito l'uso di questo linguaggio in diversi ambienti, incluso il World Wide Web. L'HTML, così come fu concepito originariamente, era un linguaggio per lo scambio di documenti scientifici e tecnici, adatto per essere usato da persone non specializzate nel trattamento di documenti. L'HTML ha risolto il problema della complessità dell'SGML specificando un piccolo insieme di tag strutturali e semantici adatti alla realizzazione di semplici documenti. Inoltre, per semplificare la struttura del documento, l'HTML ha aggiunto un supporto per l'ipertestualità. In seguito sono state aggiunte le capacità multimediali. In pochissimo tempo l'HTML è diventato largamente popolare e rapidamente ha superato il suo scopo originale. Fin dagli inizi dell'HTML c'è stata una continua invenzione di nuovi elementi da usare all'interno dell'HTML (come uno standard) e per adattarlo ad un mercato verticale altamente specializzato. Questa pletora di nuovi elementi ha portato a problemi di compatibilità per i documenti nelle diverse piattaforme. Dato il rapido proliferarsi dell'eterogenità sia del software che delle piattaforme, è chiaro che l'adeguatezza dell'HTML 'classico' per l'uso su queste piattaforme è in qualche modo limitato.

Cosa è XML

XML è l'abbreviazione di Linguaggio Estensibile di Markup ed è l'acronimo dell'espressione inglese Extensible Markup Language. XML è stato concepito come un mezzo per riguadagnare la potenzialità e la flessibilità di SGML eliminando la maggior parte della sua complessità. Nonostante sia la forma ristretta di SGML, XML conserva gran parte della potenza e della ricchezza di SGML, mantenendo ancora tutte le caratteristiche comunemente usate da SGML. Conservando tali caratteristiche, XML rimuove le caratteristiche più complesse di SGML che rendevano difficile e costosa la creazione e il disegno di software appropriato.

Cosa è XHTML

XHTML (The Extensible HyperText Markup Language) è una famiglia evoluta dei documenti, riproduce, ingloba ed estende l'HTML 4. I tipi di documenti della famiglia XHTML si basano su XML, e sono disegnati fondamentalmente per poter lavorare insieme agli user agent (browser) basati su XML. XHTML 1.0 (questa specifica) è il primo tipo di documento della famiglia XHTML, ed è una riformulazione dei tre tipi di documento HTML 4 come applicazioni di XML 1.0. Il suo scopo è quello di essere usato come linguaggio di contenuto che sia contemporaneamente conforme a XML e che operi con gli user agent in conformità a HTML 4, nel caso in cui vengano seguite alcune semplici linee guida. Gli sviluppatori che migrano le loro applicazioni verso XHTML 1.0 avranno i seguenti vantaggi:

  • I documenti XHTML sono conformi a XML. In quanto tali sono facilmente visualizzati, editati e validati con i tool standard di XML.
  • I documenti XHTML possono essere scritti per funzionare in modo uguale o migliore di quanto facessero prima con gli user agent conformi a HTML 4, così come nei nuovi user agent conformi a XHTML 1.0.
  • I documenti XHTML possono utilizzare applicazioni (per esempio script e applet) che si basano sia sul Document Object Model di HTML sia su quello di XML
  • Poichè si ha una evoluzione della famiglia XHTML, i documenti conformi a XHTML 1.0 saranno sempre più pronti per interagire all'interno e con diversi ambienti XHTML.

La famiglia XHTML è un ulteriore passo nell'evoluzione di Internet. Passando a XHTML, gli sviluppatori possono entrare nel mondo XML con tutti i benefici che ne derivano, assicurandosi la compatibilità con gli user agent attuali e futuri.

Cosa è HTML 5

HTML 5 definisce la quinta revisione importante del linguaggio di base del World Wide Web, HTML. HTML 5 differisce da HTML 4 con un ennesima evoluzione e fornisce alcune modifiche e introduce nuovi parametri e funzioni. Nota che questo standard non fornisce ancora informazioni accurate relative alle specifiche HTML 5, perchè sono ancora attivamente in sviluppo. In caso di dubbio, controllare sempre le specifiche HTML 5 fornite dal W3C. HTML è stato in continua evoluzione da quando è stato introdotto nei primi anni del 1990, HTML 4 è diventato una raccomandazione W3C nel 1997, mentre continua a servire come indicazione di massima per molte delle caratteristiche di base, esso non fornisce informazioni sufficienti per realizzare implementazioni che interagiscono tra di loro e, soprattutto, con una critica massa di contenuti distribuiti. Lo stesso vale per XHTML1, che definisce una serializzazione XML per HTML 4, e DOM Level 2 HTML, che definisce JavaScript API per HTML e XHTML. Il progetto HTML 5 riflette uno sforzo iniziato nel 2004, per studiare le implementazioni e contenuti HTML finòra distribuiti.
Il progetto:

  • Definire un singolo linguaggio chiamato HTML 5 che può essere scritto in una sintassi HTML "custom" e nella sintassi XML.
  • Definire modelli di elaborazione dettagliati per favorire le implementazioni interoperabili.
  • Migliorare markup per documenti.
  • Introdurre markup e API per linguaggi emergenti, come ad esempio le Web applications.

FONTE: W3C